Strategie di Marketing che non portano risultati sperati: perseverare o ricominciare?

Strategie di marketing: perseverare o ricominciare

Quando non si raggiungono i risultati sperati, il dubbio comincia a insinuarsi nella mente dell’imprenditore come la famosa goccia che buca la pietra: dobbiamo rivedere tutto il marketing strategico dell’azienda o attendiamo ancora i risultati?

 

Non sempre si raggiungono obiettivi aziendali importanti nel giro di pochi mesi. Più il traguardo è ambizioso e maggiore è l’impegno e il tempo che occorre per raggiungerlo.

 

C’è, però, da prendere in considerazione un altro aspetto: un piano di marketing ben fatto comporta tempo per la pianificazione e, successivamente, diversi step operativi.

 

Chi è a capo di un’azienda attende con ansia il momento in cui si cominciano a portare a casa i frutti di questo investimento.

 

Per capire se la strategia di marketing che abbiamo ideato è giusta o meno, bisogna farsi delle domande:

  • Gli obiettivi prefissati sono davvero raggiungibili?
  • I messaggi arrivano al target giusto?
  • Ci sono le persone giuste a gestire le operazioni di marketing?

 

Avere dubbi non è un problema, ma non cercare le risposte lo è.

 

Andiamo ad analizzare meglio i quesiti sopra elencati.

 

Piano di marketing con obiettivi realizzabili.

 

Quando si pianificano le strategie aziendali si stabiliscono sempre dei risultati da ottenere in un determinato tempo. Se essi non arrivano nel periodo che avevamo stabilito, gli errori possono essere:

  • Sbagliata valutazione del tempo;
  • Obiettivi non realistici.

 

Ad esempio, in una strategia di marketing territoriale, bisogna impostare tutte le attività di promozione sul lungo termine. Inserirsi nel tessuto sociale ed economico di un luogo e comunicare chi vive in quel territorio sono operazioni che richiedono tempo.

 

Pretendere che un nuovo locale diventi in un mese il punto di riferimento della movida cittadina, è un desiderio difficilmente realizzabile.

 

Immaginiamo ora un’azienda sul mercato da tempo che si è sempre rivolta a un target di bambini.

 

Se nel piano di marketing si è stabilito di rivolgersi a un pubblico adulto senza cambiare i prodotti offerti, l’obiettivo è decisamente poco realistico.

 

 

In entrambi i casi bisogna valutare se sia più vantaggioso rivedere la strategia o continuare allungando i tempi (primo esempio) e studiando l’offerta giusta per i nuovi clienti (secondo esempio).

 

Comunicare con il target giusto: l’importanza delle Buyer Personas.

 

Per essere sicuri di parlare ai potenziali clienti, bisogna essere certi di aver individuato le persone davvero interessate ai nostri contenuti.

 

Come ormai noto, per buyer persona s’intende un identikit, un profilo ideale, creato secondo le abitudini di acquisto, gli hobby, le caratteristiche anagrafiche, che identifica il cliente giusto per la nostra azienda.

 

Il blog e i social networks dell’azienda potrebbero essere pieni di ottimi contenuti, ma se sono stati realizzati senza pensare a chi dovrebbe leggerli, i problemi nella strategia di marketing ci sono.

 

Prima di buttarsi nella scrittura di articoli tecnici da mettere sul sito aziendale è il caso di pensare se chi compra i nostri prodotti parla quella lingua.

Le strategie di marketing hanno bisogno di persone qualificate.

 

Molto spesso è proprio la scelta sbagliata della persona che rende inefficace un lavoro.

 

Errori molto comuni che portano a grandi problemi sono:

  • Fare gestire i canali social dell’azienda a persone non preparate;
  • Affidare il restyling del sito a chi fa il prezzo più basso;
  • Lasciare scelte strategiche in mano a tecnici privi di visione d’insieme.

 

Il web oggi offre un’enorme vetrina in cui il nostro brand può essere osannato o denigrato, quindi occorre conoscere a fondo la comunicazione e gli strumenti che si usano.

 

Il sito internet non deve essere semplicemente bello, ma deve essere concepito per migliorare la navigazione degli utenti sia da mobile, sia da desktop, e ottimizzato in ottica SEO, altrimenti i motori di ricerca non lo troveranno.

 

La strategia di marketing è parte di un sistema molto più complesso: la pianificazione strategica aziendale.

 

Vediamo come realizzarne le basi, partendo da un articolo:

“Pianificazione strategica aziendale: solo per imprenditori lungimiranti”

Consulenza di marketing strategico: cosa ricava l’azienda?

Piano di Marketing strategico per azienda

Il marketing strategico è uno strumento efficace per un’azienda che vuole essere competitiva sul mercato.

 

Non c’è esercito che andrebbe in battaglia senza aver prima studiato un piano d’attacco.

Non esiste scalatore che affronti una montagna senza decidere a tavolino il percorso più sicuro per arrivare in vetta.

 

Allo stesso modo un’azienda non può pensare di crescere e fare profitti senza prima realizzare un piano di marketing strategico.

 

A cosa serve il marketing strategico?

Leggi tutto “Consulenza di marketing strategico: cosa ricava l’azienda?”

Marketing analitico: come ti aiuta a mappare i concorrenti

marketing analitico: studio strategico di azienda, clienti, mercato, concorrenza

Il marketing analitico è il processo di raccolta e studio dei dati che definiscono il comportamento di un’azienda, il settore di mercato, i clienti e la concorrenza.

Le informazioni utili risiedono sia all’interno dell’impresa, sia all’esterno.

 

Questo lavoro di analisi è alla base di tutte le azioni di marketing strategico che si andranno a pianificare e diventa uno strumento essenziale per prefiggersi obiettivi concreti da raggiungere.

 

Solo conoscendo l’azienda e il suo mercato si può creare una strategia di crescita che porti risultati concreti.

Leggi tutto “Marketing analitico: come ti aiuta a mappare i concorrenti”

Imprenditori, vediamo come scegliere il giusto consulente di marketing

Come scegliere il consulente di comunicazione, il consulente di web marketing o la società di consulenza per imprenditori

Ogni azienda, di qualsiasi settore essa sia, ha bisogno di comunicare ai clienti e ai partner commerciali i propri valori e la qualità del prodotto che realizza o del servizio che fornisce.

Che si parli di imprese business to business o di business to consumer, che siano piccole startup o società strutturate e presenti nel mercato da lungo tempo, un piano di marketing è fondamentale per far crescere i profitti.

Il consulente di marketing giusto per la mia attività?

Leggi tutto “Imprenditori, vediamo come scegliere il giusto consulente di marketing”

Comunicazione tradizionale VS comunicazione digitale?

comunicazione integrata online offline

Comunicazione tradizionale VS comunicazione digitale?

Da tempo tale dualismo viene posto come una sfida, come se una delle due parti dovesse per forza sopraffare l’altra.

Chiaramente, in questo singolar tenzone, lo sfidante ormai dato per sconfitto è la comunicazione tradizionale. Ma siete sicuri che lo studio dei marchi, l’immagine coordinata, gli strumenti below come una buona brochure, company profile, loghi di prodotto e biglietti da visita che si facciano distinguere siano da collocare definitivamente nel dimenticatoio?

La mia risposta a tal quesito è no!

Leggi tutto “Comunicazione tradizionale VS comunicazione digitale?”

Comunicazione digitale: una nuova visione cliente-centrica

Viviamo sempre connessi, lasciamo tracce, consciamente e inconsciamente, che raccontano chi siamo, dove andiamo e quali relazioni instauriamo. Un approccio di marketing è efficace quando integra in un unico piano di comunicazione la sfera “fisica” e quella digitale, comunicando con i clienti in maniera personalizzata.

 

L’automazione è un processo antichissimo.

 

Fina dalla sua origine l’uomo ha cercato modi per velocizzare e semplificare le proprie attività: basti pensare all’incredibile evoluzione della nostra mobilità, dall’invenzione della ruota alle ultimissime tecnologie in materia meccanica.

Leggi tutto “Comunicazione digitale: una nuova visione cliente-centrica”

Come portare visitatori al proprio sito web?

Come indicizzare il proprio sito internet e portare visitatori al proprio sito web

La risposta ovvia è rendendolo più visibile.

Ok. Ma come?

Le strade da percorrere per raggiungere questo scopo sono molteplici, ma possiamo raggrupparle in due macro-categorie: motori di ricerca (Google in pole) e social network.

Precisazione importante: sono due percorsi molto diversi tra loro, per cui fate attenzione!

Indicizzare il proprio sito internet attraverso i motori di ricerca

Google e figli sono oramai divenuti dei veri e propri oracoli: se hai un problema o un dubbio si chiede a loro la soluzione.

Leggi tutto “Come portare visitatori al proprio sito web?”

Perché utilizzare il web per vendere?

e-commerce e sito web per vendere

Provate a pensare quanto vi costa mantenere un’attività commerciale “fisica”, ovvero il vostro negozio, e quante persone raggiungete quotidianamente.

Fatto?

Molto bene. Ora provate a pensare quanto potrebbe costarvi creare e mantenere un’attività commerciale “virtuale”, ovvero il vostro sito e-commerce e quante persone potreste raggiungere quotidianamente.

Fatto?

Molto bene. Come dite? Non avete idea di quanto possa costare un sito e-commerce?

Leggi tutto “Perché utilizzare il web per vendere?”