Il field marketing è ancora importante?

Il field marketing è ancora importante

Nelle strategie di marketing tradizionale il field marketing è sempre stato un punto fondamentale, perché permette il contatto diretto tra azienda e cliente.

 

Uno dei modi migliori per avere brand engagement è disporre di promoter che fanno vendita diretta, offrono test gratuiti e fanno dimostrazioni.

 

Nell’era del digitale questo può sembrare strano, ma ricordatevi che non siamo online 24 ore su 24.

 

Il cliente prima di tutto è una persona. Il rapporto umano fa la differenza.

 

Anche i colossi di internet stanno cercando di rendere più umano il rapporto anche quando è fatto attraverso uno schermo. Questo fa capire che una relazione fredda tra chi vende e chi acquista non dà buoni risultati.

 

Marketing face to face o e-commerce?

 

Qui non parliamo di una sfida all’ultimo sangue tra vendita faccia a faccia e acquisti online, ma di una collaborazione.

 

Per un’azienda la presenza sul web è indispensabile e spesso i clienti si aspettano di poter comprare dal sito internet. Non bisogna però sottovalutare il legame che si crea con il compratore quando ci si parla direttamente con lui.

 

Un brand per creare un contatto duraturo con i propri clienti deve attuare strategie integrate di web marketing e di in-store marketing.

 

Capita spesso di fare ricerche online, poi andare in un negozio per essere rassicurati dal commesso e, infine, procedere all’acquisto.

 

È vero anche il contrario. Si cercano informazioni nello store reale di un brand, poi si cerca su Google l’offerta migliore per quell’oggetto desiderato.

 

Il Field marketing contribuisce alla brand awareness.

 

Awareness. Consapevolezza. Il miglior modo per aumentare la consapevolezza di un brand è una chiacchierata con un esperto.

 

Quando si devono fare acquisti importanti e costosi, come per un’automobile, si va in diversi punti vendita a parlare direttamente con chi ci può dare tutte le informazioni necessarie.

 

Un bravo venditore sarà in grado di evidenziare tutte le caratteristiche positive di un marchio e, nell’esempio dell’auto, avvalorerà le sue parole con una prova in strada.

 

Un cliente che ha visto soddisfatte tutte le sue richieste ed è felice del proprio acquisto diventerà un ambasciatore del brand, che suggerirà agli amici di fare la sua stessa scelta.

 

La cosa fondamentale è che ci sia coerenza tra le informazioni date faccia a faccia e quelle riportate sul sito aziendale o sui messaggi che vengono pubblicati nei social.

 

Un’azienda che sa comunicare i suoi valori sia ai dipendenti, sia ai potenziali clienti, vedrà sicuramente crescere la propria brand awareness.

 

L’umanità e l’interazione sono alla base di molte attività di marketing, vediamo come selezionare le più adatte alla propria azienda:

 

“Come individuare le attività di marketing necessarie alla propria azienda”